Pietro Colucci intervistato da Ecomondo

All’inizio di novembre, Pietro Colucci, Presidente di Kinexia SpA, ha partecipato alla terza edizione degli Stati Generali della Green Economy, appuntamento annuale per fare il punto sullo stato di salute del settore della green economy in Italia.

A margine dell’Evento, Pietro Colucci è stato intervistato da Ecomondo.

Quella che segue è una trascrizione dell’intervista.

GIORNALISTA

Le imprese sono stanche “sono cavalli che stanno trainando un peso più grande di loro”. Questa era una fotografia importante. Che cosa possono fare gli Stati Generali in questo momento? Quali indicazioni possono arrivare dagli Stati Generali perché le imprese in questo momento, le imprese soprattutto della green economy, possano riprendere quel cammino che le ha portate ad essere un traino importante per l’Italia?

PIETRO COLUCCI

Devono fare un lavoro di Comunicazione. Perché la cultura del green si sta diffondendo in Italia, ma affidata alle buone intenzioni dei singoli: dei singoli imprenditori, delle singole persone, delle famiglie. C’è una grandissima sensibilità, molto più grande del passato, però non fa sistema, perché la politica non dà indicazioni su quale dovrebbe l’obiettivo da raggiungere. Non lo fa in tantissimi comparti e non lo fa neanche in questo. Noi vorremmo che qualcuno dicesse al Paese cosa vogliamo che il nostro Paese sia fra 20 anni. Cosa vogliamo lasciare alla nostra generazione. E per fare questo bisogna fare una battaglia culturale che è di attenzione a questo mondo. E quindi gli Stati Generali servono proprio a questo. Sono un faro per tutti: per le imprese del settore, ma anche per chi in questo settore non c’è, e che magari guarda a questo settore con interesse, per capire qual è il punto d’atterraggio del Paese nei prossimi 20 anni.

GIORNALISTA

Lei ha detto una cosa importante: nell’Agenda del Governo, non c’è un’Agenda verde…

PIETRO COLUCCI

Non c’è un’Agenda verde. E questa è una cosa triste perché poi Renzi fa bella mostra di sé parlando di verde e di green, quindi evidentemente capisce bene, da grande uomo di comunicazione qual è, che questo mondo attira, piace. Quindi non bisogna cavalcarla in termini comunicativi ma anche in termini concreti. È come dire che si fa responsabilità sociale e poi non impegnarsi nel sociale. Non è neanche corretto, fino in fondo, da un punto di vista deontologico.

Il video dell’intervista di Ecomondo a Pietro Colucci è disponibile al seguente collegamento: https://www.youtube.com/watch?v=kJPI8mqy_WM

 

PIETRO COLUCCI GIVES AN INTERVIEW TO ECOMONDO

At the beginning of November the President of Kinexia SpA, Pietro Colucci, participated to the third edition of The States General of the Green Economy, in which every year it is made the stock about green economy sector in Italy.

At the end of the event Pietro Colucci gave an interview to Ecomondo.

What follows is a transcription of the interview.

JOURNALIST

Companies are tired, “they are bearing a burden bigger than them”. What can the General States of the Green Economy do right now? And what guidelines can General States give to green companies in order to make them follow again that path that made those companies the key driving force for Italy?

PIETRO COLUCCI

They have to communicate. Green-culture is spreading in Italy, but only thanks to individuals, entrepreneurs, families. There is a great sensitivity, bigger than before, but politics doesn’t give guidelines –in this field like in many others- about what the goal to reach should be. We want our Country to be told what the goal should be in 20 years’ time and what we want to leave to our generation. In order to do this we have to start a cultural war. The States General has exactly this goal: they are a guide light for everyone – for companies in this sector but also for those that are not involved in this sector but are interested in it, to understand what is the goal of the Country for the next 20 years.

JOURNALIST

You said a very important thing: in Government Agenda there is not an Agenda about Green Economy…

PIETRO COLUCCI

Yes, there is not a “Green Agenda” and this is very sad because Renzi is always talking about Green, so obviously, as he knows how communication works, he perfectly understands this is an appealing and leading sector. So it is essential to deal with it not only in communicative terms but also in concrete terms. It’s like saying that we take on responsibility in social issues without being engaged in it. It is not fair from a deontological point of view.

The video of the interview given by Pietro Colucci to Ecomondo is available at the following website:  https://www.youtube.com/watch?v=kJPI8mqy_WM

Advertisements

About Pietro Colucci

Pietro Colucci è Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Waste Italia e Presidente di Innovatec.
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s