L’ENERGIA ORA VIENE DAL MARE

 

Il prossimo decennio potrebbe vedere il decollo dell’energia proveniente dal mare.

Secondo il Cnr, gli investimenti al 2030 in questo settore, per ricavare dai mari una quantità di energia doppia rispetto all’energia consumata dall’Italia, si aggirano intorno ai 100 miliardi di euro.

In Europa, la carta dell’energia marina è stata giocata non solo da Parigi, con una imponente centrale idroeolica sul canale della Manica, ma anche da Scozia, Irlanda, Grecia e Italia.

Nel 2007, la Ocean Power Delivery, società scozzese con capitali italiani, ha realizzato, in Portogallo e Scozia, una centrale in grado di sfruttare l’energia delle onde.

Per quanto riguarda l’Italia, le più interessanti aree in quest’ottica sono lo Stretto di Messina, la laguna di Venezia, il canale di Sicilia e le Bocche di Bonifacio in Sardegna.

L’attenzione italiana si è per ora focalizzata sullo Stretto, dove è stato studiato il fondale, con lo scopo di individuare i luoghi più adatti ad ospitare le turbine necessarie.

Del mare si possono sfruttare non solo correnti e onde, ma anche maree e differenze di temperatura e salinità; il mare è infatti un serbatoio energetico estremamente conveniente; sorge allora la domanda sul motivo per cui non sia stato utilizzato prima.

Mario Pagliaro, dell’istituto materiali nano-strutturati del Cnr di Palermo spiega come siano stati due i problemi: il costo delle turbine e la corrosione delle parti meccaniche degli impianti.

Advertisements

About Pietro Colucci

Pietro Colucci è Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Waste Italia e Presidente di Innovatec.
This entry was posted in Uncategorized and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s